Può succedere che il decesso di un parente o di un caro avvenga all’interno dell’ospedale. In casi come questo, sarà compito della struttura provvedere alle pratiche di constatazione di morte e al trasporto della salma nell’obitorio. Nel caso in cui la persona sia deceduta in Pronto Soccorso o in un reparto, i sanitari sono molto cortesi e lasciano la salma nel luogo dove è avvenuto il decesso in modo da consentire ai familiari di prendersi un po’ di tempo per dargli l’ultimo saluto. Si tratta di momenti di particolare sofferenza, quindi prendetevi il tempo necessario per stare vicini al vostro caro.

Generalmente, se la morte sopraggiunge in ospedale la salma del defunto sarà trasferita nella Camera Mortuaria dove rimarrà sotto osservazione per almeno 24 ore, a meno che non sia necessario effettuare un esame autoptico che in genere richiede due o tre giorni di tempo. Saranno gli addetti della struttura ospedaliera a consegnare ai familiari del defunto la Scheda Istat già compilata.

Anche nel caso del decesso in ospedale, è il medico necroscopo ad occuparsi di redigere un certificato che accerta la morte, dopo un’attesa minima di 15 ore e dopo non oltre 30 ore dal decesso. Questi tempi tecnici possono essere ridotti nel caso venga effettuato un tanatogramma della salma, cioè un elettrocardiogramma della durata di circa 20 minuti dal quale non risulti nessuna attività cardiaca.

In molte strutture sanitarie è presente un’area dedicata in cui si possono allestire camere ardenti per dare l’ultimo saluto ad un congiunto ed è compito dei parenti più stretti far recapitare gli abiti per il defunto, mentre sono i sanitari che si occupano della vestizione e della composizione della salma. Se invece intendete dare l’ultimo saluto al vostro caro in casa o in un altro luogo, dovrete rivolgervi ad un’agenzia di pompe funebri e fare richiesta formale all’ospedale entro 24 ore: saranno gli addetti dell’agenzia ad occuparsi di allestire la camera ardente e di personalizzarla secondo le vostre richieste. Ricordate che in nessun caso gli operatori dell’obitorio o i sanitari possono suggerire, o peggio imporre, una particolare agenzia funebre. Questa scelta per legge spetta solo ai familiari. Il defunto viene normalmente lasciato in casa per i saluti dei suoi cari fino al mattino del giorno del funerale.

L’ultimo passo da fare per i familiari è andare a fare la dichiarazione di morte in comune, generalmente se il decesso avviene in ospedale è la struttura che se ne occupa. Dopo aver presentato la denuncia di morte, con l’agenzia di onoranze funebri che si è scelta è possibile fissare la data, l’ora del funerale, il trasporto della salma al cimitero. Si può anche scegliere la forma di sepoltura della persona cara deceduta.

Le nostre certificazioni



  • Centralino Internazionale 24 ore su 24
    Tel.: +39 06/488868
    Centralino 24 ore su 24 per le sedi di Roma
    Tel.: +39 06/262626

    Centralino 24 ore su 24 per le sedi di
    Anzio, Nettuno, Aprilia:
    Tel.: +39 06/9870000

    Centralino 24 ore su 24 per le sedi di
    L'Aquila - Montereale:
    Tel.: +39 0862/317070


  • Taffo Roma - Via Urbana n.86
    Taffo Roma - Via Casilina n.1044
    Taffo Roma - Via Di Porta Medaglia n.21

    Taffo Aprilia - Via Delle Margherite n.171

    Taffo L'Aquila - SS 80 KM 2.800

    Taffo Nettuno - Via Santa Maria n.62

    Taffo Anzio - Via di Valle Schiola n.120/B
    Taffo Montereale - Via del Municipio, n.1


  • info@taffo.it
  • Informazioni Utili


    Onoranze Funebri Taffo offre un servizio di pronto intervento attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, tramite le sedi operative di Roma, L'Aquila, Montereale, Lavinio e Nettuno.
  • Iscriviti alla Newsletter

  • Seguici sui Social


Copyright 2016 Taffo srl - Via Urbana 86 – Onoranze Funebri Roma - P.Iva 10225651008. Web Marketing Agency: Ndv Comunicazione

Privacy Policy